Categorie
Vini

Prosecco: la scelta giusta per ogni brindisi!

Vino Prosecco, la scelta giusta per ogni brindisi

Alzi la mano chi, anche solo per festeggiare col giusto brio qualche occasione speciale, non sente almeno ogni tanto il bisogno di brindare con un buon bicchiere di scintillanti bollicine di Prosecco!

Per accompagnare un “coro” di auguri, un brindisi di fine anno con amici e parenti, come miglior gesto di buon auspicio a margine di un pranzo di lavoro, oppure nel classico scenario delle “feste comandate” quando diventa il miglior partner di pandori e panettone o colombe… .

Non a caso, il Prosecco rappresenta da sempre un ottimo “champagne italiano” senza nulla da invidiare – nella sua versione più dolce e spumeggiante – al “collega” d’Oltralpe!

Le enoteche specializzate anche nella vendita di vino Prosecco – comprese le vetrine “virtuali” presenti sul web – rappresentano infatti un luogo particolarmente frequentato dai sempre più numerosi appassionati delle bollicine made in Italy: uomini e donne, giovani e meno giovani.

Gli amanti di questa eccellenza tutta italiana insegnano tra l’altro come il vino Prosecco – a riprova di un mito tutto da sfatare che lo vorrebbe adatto prevalentemente a dessert e poco più – si sposi invece perfettamente con ogni tipo di piatto della cucina italiana, senza distinzioni tra carne e pesce, visto che vanta anche delle nuances meno frizzanti e adatte a conferirgli le caratteristiche anche di ottimo vino da tavola come ben sanno in Veneto e Friuli, le sue terre di origine, dove in tavola il Prosecco non mancare mai.

Nella particolarissima sfida di popolarità con lo champagne, il vino Prosecco si è conquistato di gran lunga il titolo di vino italiano più conosciuto e diffuso nel mondo, gareggiando ad armi pari con il più blasonato “cugino” francese.

Non per niente nel settore inerente la vendita del vino Prosecco, su quasi 8.500 aziende vitivinicole coinvolte nella sua lavorazione oltre 250 producono Prosecco nella versione spumante, che dal 2009 si fregia anche del riconoscimento di qualità con la dicitura DOC sull’etichetta.