Seminario di Biodinamica … e del Gargano che cambia

“La terra è madre generosa e amica da accudire e rispettare.
Un gesto agricolo sano può creare un suolo vivo e unico in pochi anni,
far entrare molta più luce nel cuore della terra, può moltiplicare infinite volte la sua fertilità e la sua forza vitale.”
Stefano Bellotti, Cascina degli Ulivi.

Il 22 e il 23 gennaio vi invito nella mia cantina per vivere un’esperienza unica nell’Italia centro-meridionale. Insieme a me ci sarà Stefano Bellotti, padre della biodinamica in Italia che dal 1984 segue questo metodo nel suo piccolo lembo di Piemonte, fuori dal tempo. Entrambi facciamo parte di Renaissance Italia, associazione di vignaioli impegnati a promuovere e divulgare il metodo agricolo biodinamico nella produzione di vini territoriali di alta qualità. Il metodo biodinamico è un processo virtuoso e buona pratica che spero possa divenire nuovo stimolo per agricoltori, appassionati del vino, ristoratori, enotecari e consumatori consapevoli; e che possa avvicinare nuove persone desiderose di scoprire questa tecnica agricola così rispettosa del territorio. Stefano ci guiderà lungo il mondo affascinante della biodinamica insegnandoci le basi, le sue applicazioni, e i suoi effetti in agricoltura e in particolar modo nella viticoltura. Sarà un seminario inteso nel vero senso della parola, quale “nuovo seme” nel panorama di un Gargano che cambia e vuole cambiare, che riscopre il proprio territorio, i suoi frutti, l’agricoltura, e chiede una terra sana, viva e fertile.

Programma del seminario:

  • Introduzione sulla necessità etica, sociale ed economica dell’agricoltura ed in particolare dell’agricoltura biodinamica;
  • Cenni sull’agricoltura biodinamica e la sua storia;
  • Applicazione dell’agricoltura biodinamica alla viticoltura;
  • Cenni sulla vinificazione naturale;

Il seminario si svolge, alternativamente, nelle due giornate 22 e 23 gennaio dalle ore 10,00 alle 18,00 e prevede una pausa gastronomica fortemente legata al territorio in cui si trasformeranno i prodotti del mio orto biologico con degustazione emozionale ed esperienziale di una selezione di vini biodinamici. La giornata di domenica sarà curata dallo chef Nicola Russo, del ristorante “Al primo piano” di Foggia, e quella di lunedì sarà invece in compagnia di Rosario Didonna patròn del ristorante “U’ vulesce” di Cerignola (Fg), entrambi proporranno ricette rispettose della terra fertile e generosa del Gargano. A fine seminario, per ogni giornata, segue una verticale con i vini di Stefano – Cascina degli Ulivi e con i miei vini, in abbinamento ai formaggi del casciaro Antonello Egizi di Forme d’autore,

Produttori di vini biodinamici presenti in degustazione:

  • Cascina degli ulivi Novi Ligure – Piemonte
  • De Fermo Loreto Aprutino – Abruzzo
  • Emidio Pepe Torano – Abruzzo
  • Terre a mano Carmignano – Toscana
  • Valentina Passalacqua Apricena – Puglia

Vini biodinamici in degustazione (in aggiornamento):

  • Coulèe de Serrant Savennières – Loira (Francia)
  • Château Le Puy Saint-Cibard, Bordeaux (Francia)
  • Château de Roquefort Roquefort la Bedoule, Provenza (Francia)
  • Domaine Andrè et Mirelle Tissot Montigny Les Arsures – Jura (Francia)
  • Domaine Binner Ammerschwihr, Alsazia (Francia)
  • Domaine Ballorin Morey Saint- Denis- Borgogna (Francia)
  • Domaine de l’Ecu Le Landreau – Loira (Francia)
  • Domaine Fouassier Sancerre – Loira (Francia)
  • Guillemot Clessé – Borgogna (Francia)
  • Domaine Fouassier Sancerre – Loira (Francia)
  • Denis Montanar Villa Vicentina – Friuli
  • I Cacciagalli Teano – Caserta
  • La Collina Reggio Emilia – Emilia Romagna
  • Monte dall’ora San Pietro in Cariano – Veneto
  • Podere Veneri Vecchio Castelvetere – Campania
  • Tenute Dettori Sennori, Sardegna
  • Tenuta Migliavacca San Giorgio Monferrato – Piemonte

Negroamaro Wine Festival 2015

Proseguono in Puglia le serate di Orientamento al Vino organizzate da La Compagnia del Cavatappi. Sarà il centro storico di Brindisi, durante la Va edizione del Negroamaro Wine Festival, che si terrà nel capoluogo pugliese dal 5 al 9 giugno 2015, a fare da scenografia alle serate di degustazione. Il Festival vedrà come protagonisti, oltre alle eccellenze dell’agroalimentare, la città stessa, i suoi monumenti, i suoi palazzi storici e il suo Lungomare.

Il sottofondo musicale sarà parte integrante di questa passeggiata tra i sapori, con una selezione di musicisti di fama nazionale e internazionale: dalla fisarmonica al sax, dalla chitarra alla tromba, gli artisti coinvolti proporranno progetti originali e eterogenei accontentando tutti i tipi di palati musicali. Il Negroamaro Wine Festival ospiterà oltre 200 stand, 7 wine bar, 7 palchi per i concerti dislocati nelle piazze della città, convegni tematici, incontri e degustazioni.

Per l’occasione sarà organizzato un fine settimana eno-gastronomico (6-7 giugno), con pullman gran turismo in partenza da Lauria (Dolce Dorme Viaggi), Val d’Agri con tappa al Negroamaro Wine Festival, degustazione C/O l’area espositiva de La Compagnia del Cavatappi, pernottamento e visita dell’Alto-Salento.

Per informazioni contattare:

  • Dolce Dorme Viaggi – Tel: 0973 821667 (Lauria)
  • Pina Alagia – Cell: 347 8023126 (Latronico)
  • Giuseppina D’Imperio – Cell: 338 4450570 (Lauria)
  • Rosa Ferraro – Cell: 338 6436598 (Lauria – Lagonegro – Nemoli)
  • Rosa Pippa – Cell: 347 5595113 (Val d’Agri)

Spot Promo Negroamaro Wine Festival 2014

Divi Conserve dessert buoni e genuini pronti da gustare

Alcune settimane fa abbiamo introdotto nel nostro catalogo dei nuovi prodotti, le conserve di frutta della Divi Conserve. Le materie utilizzate dalla Divi Conserve sono tutte prodotte unicamente nel territorio di Mariotto, in provincia di Bari, Puglia. Dopo un’attenta selezione, i frutti vengono subito trasformati in modo da evitare l’uso di sostanze chimiche per la conservazione. Le conserve così ottenute, risultano essere quindi completamente naturali e composte dal 100% di frutta fresca. I prodotti disponibili sono i Fichi caramellati interi, le Melecotogne a pezzi, la Zucca a pezzi, l’Uva caramellata intera, i Fioroni caramellati a pezzi, i Kiwi caramellati a pezzi, le Carote a pezzi e le Arance a fette, tutti nel formato da gr 400, a breve saranno disponibili i formati più grandi da 2 Kg. Ogni vasetto è corredato da un libricino che spiega come meglio utilizzare le conserve, per es. i Fichi caramellati si abbinano a formaggi tipici molto stagionati e sono adatti per guarnire crèpes mentre le Mele Cotogne sono ottime in abbinamento ad arrosti di carne rossa o selvaggina o per accompagnare salumi affumicati e formaggi. Vi posso garantire che, una volta assaggiati non saprete più farne a meno, è già successo a me!!!