Le proprietà terapeutiche del vino

Fin dai tempi antichi, il vino ha trovato largo impiego per le sue qualità terapeutiche e medicinali. Elenchiamo di seguito alcune delle più tradizionali ricette che l’antica esperienza ci ha tramandato:

  • Il vino è un antianemico: l’anemia si manifesta con la diminuzione dei globuli rossi nel sangue; il classico zabaione (vino, zucchero,  tuorli d’uovo) è già una autentica ricetta;
  • è  un antireumatico: l’accumulo degli acidi urici nelle articolazioni provoca una sintomatologia dolorosa ed un bicchiere di buon vino aiuta ad eliminare questi acidi;
  • é un antiasmatico: la tipica difficoltà di respirazione può essere agevolata da un infuso a base di vino, bacche di ginepro e buccia di limone;
  • è un diuretico: abbinato con erbe che ne contengono le proprietà;
  • è un aperitivo: per la perdita o mancanza di appetito è necessario stimolare la secrezione gastrica con vini aperitivi che saranno presi 15/20 minuti prima dei pasti principali in modiche quantità;
  • è un digestivo: come infuso ricavato dai vini dolci (Marsala, Moscato,  Zibibbo).

Inoltre sono ampiamente riconosciute, da studi relativamente recenti, le proprietà antiossidanti del vino (in particolare del vino rosso) e proprietà antinfiammatorie, queste ultime dovute ad alcune sostanze, presenti sempre nel vino rosso, che inibiscono la formazione di due proteine responsabili degli stati infiammatori.