Categorie
Vini

L’Aleatico di Puglia: il brindisi ideale per i dessert

Vino Pugliese: Aleatico di Puglia ideale come vino da dessert

Dalle origini antiche, l’Aleatico di Puglia è uno dei vini pugliesi più apprezzati in Italia e nel mondo.

Perfetto soprattutto come vino da dessert, si distingue in Aleatico di Puglia dolce naturale e Aleatico di Puglia liquoroso dolce naturale, a seconda dell’appassimento delle uve che può portare ad una gradazione alcolica che sfiora i 19°. In vendita presso le migliori enoteche e in negozi online che si occupano di vini pugliesi, l’Aleatico di Puglia si produce in provincia di Bari, Barletta, Foggia, Andria, Trani, Brindisi e Taranto in vitigni coltivati su terreni di natura calcareo- argilloso- silicea.

I primi vitigni risalgono al 1300 e si pensa che la pianta sia stata importata dalla Grecia o dalla Toscana. Come altri vini pugliesi, l’Aleatico di Puglia ha un sapore pieno e pastoso che si sposa perfettamente con la pasticceria pugliese ricca di dolci alle mandorle, crostate e dolci che richiedono la presenza di frutta fresca e marmellata di frutta. L’uvaggio dell’Aleatico di Puglia può essere anche completato con il Negroamaro, con la Malvasia nera e con il Primitivo fino ad una percentuale del 15%.

Il colore è rosso granato, dal profumo molto delicato e fruttato con lievi sentori di prugne e ciliegie. Solitamente è preferibile consumare l’Aleatico di Puglia entro i cinque anni dalla vendemmia ma, se ci troviamo dinnanzi ad una bottiglia di tipo “Riserva”, può essere degustato anche entro dieci anni. L’Aleatico di Puglia va servito freddo, come tutti i vini pugliesi per dessert, ad una temperatura di 12°. Il vino Aleatico di Puglia non ha un particolare periodo dell’anno in cui viene commercializzato, ma si trova in vendita durante l’arco dei dodici mesi, in negozi e store online che si occupano di vini italiani e in particolar modo pugliesi.