Natale 2012 Panettoni Fiasconaro

Per la gioia di grandi e piccini, per i pranzi e le cene delle prossime festività 2012 sono arrivati i panettoni Fiasconaro.

Anche quest’anno, abbiamo scelto di portare sulle vostre tavole i panettoni dei F.lli Fiasconaro.

In particolar modo avremo di nuovo il piacere di assaggiare: Oro verde, Oro Bianco ed Oro Nero.

Abbiamo disponibile anche la versione Dolce Presepe, un panettone da 1.700 Kg scavato a forma di grotta con all’interno la Sacra Famiglia tutta fatta di cioccolato bianco.

E’ possibile assagiare i panettoni Fiasconaro nella versione Frutti di bosco, Pera e cioccolato, Mandorla d’Avola, Tradizionale, Madonie, Pandorato, Cioccodolce, Mediterraneo e per le persone intolleranti al lattosio troviamo anche Zerozerolatte, 100% digeribilità.

Le caratteristiche dello ZerozeroLatte è l’utilizzo del Borrolì – grasso nobile vegetale non idrogenato – al posto del Burro utilizzato comunemente. Il Burrolì è fatto da Olio di Riso, Burro di Cacao, Acqua, Olio extra vergine di Oliva (E322), Olio di Semi di Lino (Omega3). ZezoZeroLatte non contiene ingredienti geneticamente modificati.

Zerozerolatte ha ottenuto il riconoscimento di “Prodotto Innovativo” alla manifestazione fieristica “Tuttofood” svoltasi a Milano dal 7 all’11 Maggio 2011.

Oro Verde
Panettone artigianale da forno con crema di pistacchio di Sicilia ricoperto di glassa e pistacchi di Sicilia.

Oro Bianco
Panettone artigianale da forno con burro alle mandorle, ricoperto di glassa bianca e fogliame di mandorle.

Oro Nero
Panettone artigianale da forno con gocce di cioccolato al caffè.

L’azienda Cerulli Spinozzi premiata dal Gambero Rosso

Cerulli Spinozzi, per la guida ‘Sua Eccellenza 2012’del Gambero Rosso è tra le migliori realtà del panorama agroalimentare Made in Italy

Per il venticinquesimo anniversario del Gambero Rosso, si è voluto raccontare storie ed immagini dei produttori, chef, imprenditori e marchi che – scrive il presidente Paolo Cuccia – “negli anni hanno dimostrato e continuano a dimostrare la straordinaria qualità del settore agroalimentare, enogastronomico e dell’ospitalità italiana”.
Il volume e guida “Sua Eccellenza 2012” è quindi un vero e proprio “albo d’oro del made in Italy” del settore agroalimentare ed  enogastronomico italiano.

Enrico Cerulli Irelli Spinozzi
Enrico Cerulli Irelli Spinozzi

Tra le tante storie di successo raccontate, in 800 pagine, dal Gambero c’è anche quella della giovane tenuta guidata da Enrico Cerulli Irelli  – Cerulli Spinozzi – che ormai da anni ha scelto i metodi della produzione biologica per i suoi vini e gli altri prodotti dell’azienda.
Enrico Cerulli Irelli esprime e commenta l’inserimento della sua azienda: “E’ un riconoscimento importante per noi e per il nostro lavoro un premio al nostro impegno, alla nostra passione, e alla qualità dei nostri vini su tutti la Docg Montepulciano d’Abruzzo ‘Colline Teramane’, e dei prodotti biologici dell’azienda

L’azienda Cerulli Spinozzi, grazie all’inserimento nella guida Sua Eccellenza 2012, sarà presente insieme alle aziende selezionate all’evento che il Gambero Rosso organizza per l’inizio di Dicembre in occasione della Città del Gusto di Roma.

Tutte le aziende che sono state selezionate saranno presenti all’interno dei contenuti editoriali, promozionali e redazionali della holding ed nelle iniziative promosse in venti capitali internazionali del mondo.

Erga Omnes al Consorzio Vini di Romagna

Consorzio Vini di Romagna
Consorzio Vini di Romagna

Queste sono le parole dell’enologo Giordano Zinzani, presidente del Consorzio Vini di Romagna, che ricevuto l’erga omnes dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.
“Nei suoi 50 anni di storia, il nostro Consorzio ha sempre operato per controllare e tutelare i vini d’eccellenza della Romagna. Era però giunto il momento di adeguare e attualizzare le funzioni dei Consorzi di tutela, per troppo tempo vincolati a budget contenuti perché frutto delle sole adesioni dei soci volontari.
Oggi è fondamentale investire nella valorizzazione dei prodotti del territorio”
.
ERGA OMNES – Il riconoscimento, richiesto dal 16 Gennaio e stato ottenuto alla fine Agosto attraverso un Decreto Ministeriale (pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 200 del 28 agosto ed approvato l’8 agosto), con il quale si assegna al Consorzio Vini di Romagna potere decisionale in tutte le politiche di valorizzazione delle denominazioni d’origine comprese nel territorio romagnolo (Doc e Docg, presto anche Igt), con un ruolo di supervisione e coordinamento.
Spiega, ancora, il presidente Zinzani “I consorzi non agiranno più nell’interesse dei soli soci ma di tutti coloro che producono vini a Denominazione d’origine nel territorio controllato. Al contempo, il decreto mette a disposizione dei consorzi gli strumenti per poter fruire del sostegno economico di tutti i produttori compresi nell’area: in sintesi, corresponsabilità di tutte le aziende e allargamento del budget per piani di comunicazione appropriati“.
Erga Omnes porta in sé due direttrici: rapidità nel prendere decisioni e l’importanza del budget a disposizione ed è al tempo stesso pragmatico e democratico. Pragmatico in quanto nella presa delle decisioni agisce una maggioranza qualificata e democratico perché ogni progetto sottoposto oltre ad essere approvata dalla maggioranza non può non tener conto del beneplacito delle aziende produttrici., in linea a quel principio di corresponsabilità di cui parlava il presidente Zinzani.
Progetti di promozione pluriennali e budget a disposizione saranno portati come occasioni di informazioni e di confronto.
A chiusura del suo intervento Zinzani esprime consapevolezza del ritardo con il quale si è presa la via della qualità rispetto ad altre grandi regioni italiane.
Con altrettanta consapevolezza, continua ancora, si stanno compiendo i passi necessari per costruire una solida reputazione per la zona della romagna che ha grande vocazione per i vini importanti partendo dal disciplinare della nuova DO (Denominazione di Origine) “ROMAGNA” adottato per la vendemmia 2011 avente la finalità di una immediata identificazione territoriale.
Fonte: CONSORZIO VINI di ROMAGNA