Categorie
Vini

Cervaro della Sala

cervaro della sala indicazione geografica tipica umbria
cervaro della sala indicazione geografica tipica umbria

Renzo Cotarella, amministratore delegato della Marchesi Antinori, nonché maggiore rappresentante dell’enologia italiana nel mondo, parla de Il Cervaro  della Sala 2011 che nella annata 2011 consolida lo stile di un vino sempre più orientato alla freschezza e alla verticalità. Le particolarità della zona di coltivazione, che si trova a nord ovest di Orvieto, fanno in modo che, anche in un’ annata tendenzialmente calda, freschezza e verticalità  rimangono evidenti.
La zona di coltivazione, riesce sempre, anche in annate molto diverse tra loro, a personalizzare questo vino.

Cervaro della Sala 90% Chardonnay 10% Grechetto Indicazione Geografica Tipica

Il Cervaro della Sala deve la sua mineralità e sapidità ai terreni dove viene prodotto.
Questi terreni, che circondano Castello della Sala ad una altitudine compresa tra i 250 e i 400 metri ricchi di fossili marini e infiltrazioni di argilla, aggiungono ai vini qualità aromatiche e gustative uniche.

La raccolta delle uve.

La raccolta delle uve del Cervaro viene effettuata con particolare cura nelle primissime ore del mattino, raccogliendo frutti integri che arrivino in cantina senza essere sottoposti allo stress delle elevate temperature del giorno, per evitare processi indesiderati come ossidazione e/o estrazione dei tannini.
Una volta raccolta l’uva, viene portata in cantina.
I mosti dopo una macerazione delle pellicole a 10 gradi per quattro ore, vengono immessi in serbatoi di decantazione dove chiarificano prima di essere trasferiti nelle barriques.
Nelle barriques avviene la fermentazione alcolica – fermentazione primaria – seguita da quella malolattica – fermentazione secondaria.
Quest’ultima stabilisce: la quantità delle componenti – come zuccheri, polifenoli ed acidi, presenti nel vino; e la permanenza del vino in barriques.
Dopo cinque mesi di permanenza in barriques i lotti di Chardonnay sono pronti per essere trasferiti nei serbatoi ed assemblati con il Grechetto, che viene vinificato separatamente.

Dopo l’ imbottigliamento, il Cervaro della Sala è lasciato affinare in bottiglia per almeno 12 mesi presso le storiche cantina del Castello della Sala.

Note degustative.

Il Cervaro 2011 si presenta un colore luminoso, con tonalità giallo verdi.
Al naso vengono espresse note tostate, agrumi, frutti esotici con sfumature burrose.
Al palato sapido e fresco con una piacevole persistenza.
La sua giovinezza lascia intravedere un grande potenziale per una ottima evoluzione.