Categorie
Vini

Il Moscato d’Asti: dolce e frizzante, ideale per ogni momento della giornata

Vini Piemontesi: il Moscato d’Asti

Tra i vini piemontesi il Moscato d’Asti è uno dei vini da dessert più conosciuti ed apprezzati lungo tutto il territorio italiano. Proprio per questo, con una tradizione vinicola eccellente, oggi è possibile acquistare diverse tipologie di Moscato d’Asti in negozi specializzati e in store online che si occupano della vendita di vini piemontesi.

Quando acquistiamo un vino Moscato d’Asti, dobbiamo  ricordare che la dominazione di origine controllata e garantita (DOCG) “Asti” è riferita esclusivamente al vino spumante e al vino bianco.

Il vino Moscato d’Asti, vino dolce, dall’aroma muschiato, raccoglie dei lievi sentori di salvia ed è particolarmente fruttato.

La delicatezza dei fiori d’arancio, la dolcezza della pesca e dell’albicocca, donano al vino un’aroma particolarmente piacevole per tutti i palati.

Senza dubbio, tra i vini piemontesi, il Moscato d’Asti è il più fruttato e il più aromatico. Il colore è giallo paglierino e il sapore può essere frizzante o vivace e si accompagna perfettamente con aperitivi, dessert e stuzzichini sia dolci che salati.

Preferibilmente si sconsiglia di abbinarlo a piatti dal sapore delicato come il pesce o le carni bianche. Il Moscato d’Asti è il Moscato più famoso d’Italia e viene prodotto soprattutto nel basso Piemonte, nelle province di Alessandria, Asti e Cuneo.  Le origini del Moscato d’Asti sono particolarmente nobili, poiché la nascita del vitigno viene documentata per la prima volta in epoca greco/romana risalente al 173 a.C e, lungo il corso dei secoli, ha mantenuto intatte le fasi della sua lavorazione.

Di basso grado alcolico, il Moscato d’Asti, è indicato soprattutto d’estate ed è una piacevole bevanda, da servire fredda, in qualsiasi momento della giornata.

Per quanto sia abbastanza diffuso come vino, per la vendita online di vini piemontesi, è bene affidarsi solo a negozi di certificata qualità che garantiscono le migliori marche e la miglior tenuta dei vini.

Categorie
Vini

Il Salice Salentino: un vino delicato per i sapori della cucina italiana

Vino Pugliese: Salice Salentino: un vino delicato per i sapori della cucina italiana

Il Salice Salentino è uno dei vini pugliesi più pregiati e prende il nome proprio dal comune in cui sono situati i vitigni, a nord di Lecce.

Nel corso degli anni, tuttavia, la produzione del vino è diventata più ampia e ha interessato anche le province di Foggia.

Il vino Salice Salentino ha un’ampia varietà di vini che vanno dal rosso al rosato, al bianco, comprendendo anche l’Aleatico Dolce e l’Aleatico Liquoroso dolce e i vitigni da cui viene prodotto sono del Negro Amaro.

Un classico vino da pasto, il Salice Salentino bianco ben si sposa con i piatti pugliesi a base di pasta e riso e con contorni di verdure e secondi di pesce mentre il rosso è più indicato per piatti a base di carne. Il rosato, invece, si abbina a carni di maiale, uova, formaggi e salumi. Nella versione dolce, il Salice Salentino si abbina a dessert e dolci tipici pugliesi.

Grazie alla grande varietà di tipologie, il Salice Salentino è uno dei vini pugliesi più conosciuto in Italia e in vendita lungo tutto il territorio italiano sia in enoteche che in negozi online.

La conservazione del vino è particolarmente delicata, in scaffalature di legno e al buio, ad una temperatura di 12°.

La vinificazione avviene secondo il metodo tradizionale: le uve vengono lasciate fermentare e macerare con la vinaccia. In seguito il mosto viene separato dalla vinaccia e il vino viene stabilizzato e lasciato ad invecchiare.

Per tutti quelli che amano i sapori e le tradizioni pugliesi, il Salice Salentino è il vino ideale per accompagnare pranzi e cene. Sono diversi  i marchi che producono le varietà di Salice Salentino e, soprattutto in negozi che si occupano della vendita online di vini pugliesi, si può trovare il marchio giusto che più si avvicina ai nostri gusti e alle nostre esigenze.

Categorie
Vini

Il Langhe Doc: un vino pregiato in moltissime varietà

Vini Piemontesi Il Langhe Doc: un vino pregiato in moltissime varietà

Il Langhe Doc è un vino particolarmente pregiato tra i vini piemontesi.

Nel corso degli anni, la fama del Langhe Doc è cresciuta notevolmente grazie ai viticoltori che hanno saputo creare un vino dalla purezza superlativa. È nel 1994 che nasce la DOC Langhe, proprio per unificare un territorio che ha dato orgine a diverse tipologie di vini piemontesi. I vitigni del territorio cunese, dove si produce il vino, sono di diversa natura: marnosi, calcarei, sabbiosi ed argillosi. Grazie alla miscelazione di queste diverse uve trae origine il  pregiato vino Langhe Doc.

Il Langhe Doc comprende la varietà: Rosso – Dolcetto- Bianco- Freisa- Chardonnay – Favorita – Nebbiolo – Arneis. I vitigni si trovano principalmente nella provincia di Cuneo, terra da sempre fertile per la produzione dei vini piemontesi.

Il Langhe Doc Favorita e il Bianco sono adatti ad antipasti, piatti di pesce e primi piatti a base di crostacei, il Langhe Doc Rosso invece  è indicato per antipasti a base di salumi e piatti di carne. Dal Langhe rosso al Langhe bianco, oggi questo vino è apprezzato non solo nel territorio piemontese ma anche nel resto dell’Italia per il suo sapore corposo e il suo aroma fruttato. Proprio per questo è aumentata la vendita online del prodotto, tra tutti i vini piemontesi.

Sia il Langhe bianco che il Langhe rosso possono richiedere una vinificazione in purezza o in assemblaggio di tutti i vitigni che sono coltivati nella zona piemontese anche perché non esiste alcun altro areale viticolo italiano con una varietà di suoli di questo tipo.

La gradazione del Langhe varia dai 10.5° agli 11°, a seconda della varietà di uva che viene utilizzata per la vinificazione e, a livello nazionale, la vendita del Langhe Doc, anche nei negozi online, permette una varietà di scelta tale da essere definito il più versatile tra i vini piemontesi.